2 Chainz rilascia “The play don’t care who makes it” a meno di un anno di distanza dal suo ultimo album.

Non è passato neanche un anno dal suo ultimo album ufficiale “Pretty Girls Like Trap Music” che 2 Chainz è subito tornato a lavoro per sfornare nuova musica. La sua ultima fatica è l’EP di 4 tracce “The play don’t care who makes it” che vede il rapper di Atlanta circondarsi di alcuni dei migliori producer in circolazione così come di alcuni artisti di sicuro spessore. Per quanto riguarda i primi troviamo la presenza di Street Runners, T-Minus, Non Stop Da Hitman degli 808 Mafia e Junes James. YG e Offset sono invece i featuring inclusi nella traccia “Proud”.

Se la cover dell’EP è molto minimalista, ispirata all’assenza di comunicazione tipica dell’arte russa del ‘900, altrettanto non si può dire del concept delle restante tracce le quali proseguono il lavoro incominciato tanto tempo fa da 2 Chainz che gli ha permesso di essere uno degli artisti più affermati in particolar modo nel mondo della trap, della quale può esser definito precursore insieme ad altri pesi massimi come Gucci Mane e Jeezy.

La traccia conclusiva è molto esplicativa al riguardo con quell’ “Atlanta Bitch” che ci ricorda ancora una volta di come la cartina geografica dell’Hip-Hop made in U.S.A. abbia ora ben impressa nella sua struttura e nelle sue metamorfosi la città che ha dato vita a tanto clamore negli ultimi anni.

L’EP – che ricorda molto la modalità di rilascio attuata da Meek Mill qualche settimana prima che andasse in prigione con il suo “MeekEnd“- è inoltre la ciliegina sulla torta di quello che sarà il “B-ball Event” che vedrà coinvolti 2Chainz e Snoop Dogg nello “All-Star Weekend” della NBA.

Commenti