Uno sguardo agli eventi dedicati al rap durante la Milano Music Week

Questo weekend si è conclusa la Milano Music Week (MMW), ricca di eventi interessanti che hanno incluso anche la musica rap nostrana. In particolare Adidas Originals in collaborazione con Santeria Social Club ha organizzato tre giorni di talk con alcuni artisti di spicco sia della nuova scena che dell’old school. Giovedì sera è stata la volta di Izi (poi rimpiazzato da DrefGold per problemi di salute) & Charlie Charles intervistati da Bassi Maestro, venerdì di Fabri Fibra e la sua manager Paola Zuckar intervistati da Antonio Dikele Distefano e per finire sabato di Ghali e la sua crew intervistati da Chiara Soldi.

Di seguito ne trovate la locandina completa:

Adidas Originals talk

Nonostante fossero serate alle quali si poteva partecipare solamente con invito, chiunque ha potuto seguirle in diretta su Instagram sia dalla pagina di Sto Magazine che dai profili personali degli intervistati.

Milano Music Week: il talk con Ghali

Ho avuto la fortuna di essere stata scelta per l’ultimo talk con Ghali e il suo gruppo, composto da Cilu (all’anagrafe Francesco Luca Messineo, giovane e talentuoso boxeur), Nathan che si occupa del merchandise di Sto Clothing, Davide il dj e Amed il manager di Ghali.

Sicuramente devo segnalare l’esclusività della location (l’Adidas Flagship Store di Milano, quinto a livello mondiale), nella quale mi sono sentita a mio agio. Per circa due ore ho assistito all’intervista dei cinque ragazzi ascoltando il punto di vista di ciascuno di loro nel rispondere ai quesiti di Chiara. Oltre alle domande già sentite in altre occasioni, una discussione interessante è stata quella su come i cinque definirebbero l’anno 2017:

Nathan: “Abbiamo fatto 40 date e abbiamo visto tutte le città, conosciuto un sacco di fan che comunque ci tenevano tanto, ci hanno trasmesso il loro calore.” 

Ghali“Abbiamo dato vita a questa realtà, cioè siamo tutti a lavorare assieme. È una cosa che abbiamo sempre voluto fare.” 

Davide: “Da giugno date su date su date. 40 date, forse abbiamo dormito due sere in tre mesi, però è stato bello, cioè un’esperienza unica.” 

Amed: “Abbiamo messo giù un piano e siamo arrivati fino ad oggi.” 

Cilu: “L’unica cosa che posso dire del 2017 è che magari non ci aspettavamo un successo così grosso, ma tutti ci credevamo veramente tanto.”

Ghali ha anche detto che è in preparazione il tour invernale nelle principali città italiane e probabilmente anche all’estero. Infatti è molto seguito nella sua terra d’origine, la Tunisia e in altri paesi in cui vuole esibirsi dal vivo.

Conclusioni personali

È stata una sorpresa vedere alla MMW degli spazi anche per il rap, poiché spesso viene emarginato e sottovalutato rispetto agli altri generi musicali. Nella fattispecie del talk posso solo evidenziare umiltà, gentilezza e disponibilità di Ghali per aver fatto foto, autografi e brevi chiacchiere con tutti noi presenti. Sono poi rimasta colpita da come i quattro abbiano manifestato orgoglio e stima verso l’amico famoso. Ghali ha parlato molto al plurale, perchè insieme a lui c’è dunque un gruppo solido di amici/colleghi che condivide idee e passioni comuni.

In questo caso calza a pennello il detto: “Tutti per uno, uno per tutti”!

Ghali & crewCorrelato:

Commenti
Sono Giulia e sono nata e cresciuta a Pavia. Nonostante io sia piuttosto estroversa di carattere, ho incontrato da subito nel rap quella necessità di evadere e di esprimermi che mi mancava e che mi sprona a fare sempre meglio nella vita. Spero di riuscire nel mio piccolo a trasmettervi qualcosa di questo fantastico mondo!