“Milano Bachata”, il nuovo video estratto da “Io In Terra” di Rkomi

Rkomi, Calvairate. Marracash, Barona. Due quartieri periferici che riflettono diverse facce di una stessa medaglia: Milano. Odiata, ma soprattutto amata. La “bachata” protagonista del pezzo Ë, come sappiamo, un genere musicale latino-americano in cui le sonorità dolci e melodiche fanno da sfondo a testi che, solitamente, trattano il tema dell’amore in tutte le sue sfumature. Da questo perfetto mix nasce il brano “Milano Bachata“.

Nell’intro una citazione a “La parola che nessuno riesce a dire” di Marracash, contenuta nell’album “Fino a qui tutto bene” datato 2010:

“Ora tarda, c’è bufera
Dormo solo con la TV accesa
Questa camera è spoglia come la mia anima
Spero la notte sia rapida”

Rkomi nella sua strofa punta sullo storytelling, facendoci immedesimare in lui che, bloccato dalla timidezza fino a sentirsi imprigionato, Ë alle prese con uno dei primi appuntamenti romantici con una ragazza che, in realtà, scopriremo essere la personificazione di Milano. CiÚ che l’ha salvato Ë stata la musica, facendolo uscire dalle sue paranoie e, pertanto, proprio tramite il rap vuole descrivere questa donna con un beat che le sia degno. Grazie al loro incontro, Rkomi confessa di essere riuscito a sopravvivere ad un’altra brutta serata.

Marracash, veterano nel mondo del rap, sceglie di indicare a Rkomi, in quanto rappresentante della cosiddetta “nuova scuola” di Milano, la via per il successo. Le tematiche che sceglie di trattare sono l’ego e le deformazioni che da esso scaturiscono: ad esempio vengono fatte delle allusioni a chi, in cambio di un rapporto sessuale riesce a far carriera. Il legame tra Marracash e questa donna (Milano), Ë una lotta tra ego, in cui la prepotenza costituisce il fattore vincente. Ma, alla fine, Ë la mancanza di comunicazione a spuntarla, nutrita dallo stile di vita superficiale di entrambi.

Ecco il video di “Milano Bachata“, buon ascolto e buona visione!

Correlato:

  • Leggi il testo di “Milano Bachata”.
  • Leggi anche la nostra analisi su “Io In Terra” di Rkomi.
Commenti
Milanese imbruttita nel cuore, romana di adozione. Tutto cominciò con Penna Capitale, proseguendo con battle di freestyle (ma solo da spettatrice!) e trasferte per i concerti. Potrei, però, riassumermi con una sola citazione: Non ho tempo di odiare chi mi odia, sono troppo preso ad amare chi mi ama. [Luchè]